Aspiranti Formatori per Educazione stradale FMI anno 2016

Il Dipartimento di Educazione Stradale FMI ha in Lombardia 18 Formatori  “usciti” da un apposito corso svoltosi nel 2014 che si impegnano nel campo dell’Educazione e Sicurezza Stradale con ragazzi, giovani e adulti, principianti ed esperti, nei complessi scolastici e in occasioni di manifestazioni motociclistiche.

Il numero pur consistente riesce a far fronte alle richieste che in prospettiva risultano crescenti.

Siamo a richiedervi se nell’ambito del vostro Moto Club ci siano personeaspiranti Formatori di Educazione Stradale FMI” da proporre a FMI di Roma nel caso si attivasse un nuovo corso di formazione nel 2016.

 

Si caldeggiano le attività di alto valore civico e sportivo del Dipartimento di Ed.  stradale FMI che permettono ai Moto Club di accreditarsi nell’ambito sociale della propria realtà, rendersi visibili e collaborare con le Amministrazioni pubbliche, le Istituzioni (es. scuola), le altre Associazioni del territorio, la cittadinanza e i media locali.

 

Per informazioni contattare il Referente regionale Ed. Stradale FMI – Lombardia, Rinaldo Batelli rinaldo.batelli@federmoto.it cell. 339.3499279

 

Segue una breve presentazione dell’attività del Dipartimento di Educazione stradale della Federazione Motociclistica Italiana.

 

—————————————————————————————————–

La Federazione Motociclistica Italiana, Ente morale del CONI, grazie ai diversi Protocolli d’Intesa firmati con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dei Trasporti e Infrastrutture ha maturato una esperienza di circa quindici anni anche all’interno del mondo scolastico, nell’ambito del quale ha offerto ai ragazzi la preparazione teorica e pratica per la guida in sicurezza della bicicletta, del ciclomotore, della moto.

I Formatori di Educazione stradale della FMI della Lombardia si pongono l’obiettivo di fornire le basi cognitive necessarie per affrontare con maggiore consapevolezza i rischi dell’ambiente stradale fornendo ai giovani utenti della strada gli strumenti necessari per sviluppare una corretta percezione del pericolo, al fine di sensibilizzarli al “valore della vita” e al rispetto delle regole che aiutano a preservarla.