C.S. Campionato Regionale Trial a Colico 6 maggio.

Nello stupendo scenario primaverile del la di Como si è svolta a Colico, sulla sponda lecchese del lago, la seconda prova del campionato regionale Lombardia. Già conoscevamo per i trascorsi, la bellezza della località dell’alto lago ma con una giornata così tutto è stato enfatizzato e lo sfondo del lago di un azzurro intenso offerto a piloti e accompagnatori è stato veramente fantastico.
Una ottantina i partenti di questa domenica 6 maggio che hanno affrontato le dodici sezioni proposte dal Moto Club Colico con la collaborazione del moto club Monza. 10 tracciate nel sottobosco alpino mentre due bellissime prove indoor sono state allestite proprio sul lungo lago che di questa stagione è strapieno di turisti. Un bello spettacolo per tutti restando comodamente seduti al tavolino del bar, con lo sfondo del lago azzurro e delle montagne ancora lievemente innevate. Veramente tanta gente si è avvicendata sulle sponde del lago per godersi lo spettacolo. Specialmente i passaggi spettacolari dei TR2 hanno strappato numerosi applausi e hanno contribuito a rendere avvincente la gara sviluppata su due giri di una decina di chilometri.
Le insidiose zone del sottobosco umido hanno messo in difficoltà praticamente tutti i piloti e forse in qualche sezione si sarebbero potuti evitare degli stretti passaggi, ma sappiamo bene che con senno di poi tutti sono bravi e comunque non c’erano passaggi pericolosi, anche se le suddette zone era quasi impossibile concluderle a meno di tre penalità. Erano belle e fattibili invece le restanti zone tracciate nei torrenti caratteristici di questa parte della Lombardia.
Una veloce premiazione all’interno del Pala Legnone alla presenza del sindaco di Colico e dell’assessore allo sport ha permesso a tutti i presenti di avviarsi verso casa abbastanza presto, ma non prima di essersi ristorati con birra e panini preparati dal moto club organizzatore.

La Gara di Colico:

Tra i TR2 che hanno affrontato le zone blu si distingue il bergamasco della Gas Gas Mirko Spreafico con un totale di 37 penalità. In seconda posizione Riccardo cattaneo con la TRRS totalizza 43 penalità e Michele Ruga con la Scorpa chiudel il podio con 49. Luca Poncia 51 e per una distorsione al ginocchio rimediato all’indoor in riva al lago Daniele Tosini totalizza 95 penalità.
Bella vittoria di Mauro Oldrati con la vertigo in TR3 open che con un totale di 49 relega in seconda posizione Luca Baschenis con la Beta a 53 e Diego Acquistapace con la Sherco 54.
Sergio Pesenti con la Beta sbanca la TR3 con sole 27 penalità contro le 38 di Matteo Gianoni con la Gas Gas e 41 di Marco Pedrinazzi con la Beta.
Fa il vuoto anche Davide Nava (Vertigo) in TR4 con 26 davanti a Magrini Flavio con 38 e Matteo Marenghi con 39 entrambi su Beta.
In TR4 over Loredano Giuliani batte Fabrizio barre su Beta e Alex Buzzoni su Scorpa.
Paolo Grossi con una guida pulita e attenta e con una Fantic 300 epoca vince la TR5 davanti a Davide Azzoni su Scorpa e Leonardo Gamba su Beta.
Infine Jasmine Conti è l’unica ragazza in gara e chiude a 42 la sua prestazione.

Tra 2 domeniche si va in Valtellina a Faedo, vediamo di non mancare perchè come al solito i valtellinesi propongono una bella gara. Domenica prossima invece c’è l’allenamento per tutti gli Juniores con istruttore federale a Darfo Boario terme, mandate le vostre adesioni al Dynamic Trial.