La Regolarità d’Epoca a Casanova di Staffora

Dopo la due giorni di Giffoni, in provincia di Salerno, torna il Campionato Italiano FMI Gruppo 5 Regolarità d’Epoca. Grazie al Moto Club Pavia questa volta ad ospitare le storiche sarà Casanova di Staffora, frazione di Santa Margherita, località ben nota al mondo sportivo motoristico.

Il Moto Club sta lavorando da tempo all’evento che si correrà domenica 27 maggio, con la giornata di sabato come sempre riservata alle operazioni preliminari. Doppia validità per la prova che non solo conterà per il Campionato Italiano FMI ma varrà anche come secondo appuntamento per il Campionato Europeo Regolarità 2018. Casanova di Staffora si sta preparando alla grande e la via principale che attraversa il paese verrà chiusa al traffico e si trasformerà in un enorme paddock.

Il percorso disegnato per gli oltre 250 piloti al via si snoderà per quasi 40 chilometri complessivi con ben tre Prove Speciali: una prima prova di accelerazione che i piloti si troveranno ad affrontare dopo pochi chilometri dal via e che darà spettacolo in paese, per tutta la giornata visto che verrà ripetuta per tutti e tre i giri previsti. Subito dopo si ripartirà per un trasferimento fino al Controllo Orario e poi di nuovo una prova sp

eciale, il Cross Test allestito su un bel pratone con diverse contropendenze. Ancora trasferimento e poi la linea, un Enduro test da circa 2.5 chilometri che sarà cronometrato solo nel secondo e terzo transito, mentre nel primo i piloti avranno modo di studiarlo in tutte le sue insidie e caratteristiche. Il Parco Chiuso sabato sera e poi domenica a fine gara sarà allestito agli impianti sportivi di Casanova Staffora, dentro il campo da calcio e le verifiche si svolgeranno sabato, dalle 10 alle 12 per riprendere poi nel pomeriggio dalle 14 e fino alle 19 con una nicchia domenica mattina per i ritardatari fra le 7,30 e le 8,30. Un briefing come sempre, alle 19 concluderà la giornata mentre il via alla gara domenica mattina sarà alle 9. La gara del Moto Club Pavia rappresenta la prima del girone di ritorno del Campionato FMI 2018, visto che i piloti del Gruppo 5 hanno già disputato quattro prove e al termine della stagione ne mancano ancora tre.

 

Le classifiche hanno già cominciato a prender forma. A cominciare dalla A1 dove con la doppietta di Giffoni Alberto Rittà si è portato in testa, esattamente come nella A2 Alessandro Degano è sempre più saldo nella sua prima posizione. Fabio Parrini è primo su Roberto Perere per 4 punti nella A3 mentre nella A4 sono già importanti i distacchi di Paolo Maria Sala, primo, su Daniele Meroni. Nella A5 Massimo Parrini incrementa il suo vantaggio su Alessandro Gritti ed in B2 Alberto Gennaro ha ormai spiccato il volo così come Giancarlo Donadio in B3. Forte il vantaggio sugli avversari di Nazzareno Artifoni in C1 e di Pietro Caccia in C2 mentre in C3 Giulio Gambarini conduce la classifica con 5 punti di vantaggio su Marco Bianchi. Enrico Tortoli è intoccabile nella sua posizione di leader in C4 così come Valter Testori in C5, mentre Massimo Sfondrini in C6 conduce per ben 13 lunghezze su Giuseppe Fiumi. Federico Fregnan dopo la trasferta salernitana conduce la D1 mentre in D2 Giuseppe Vernagallo può contare su soli 3 punti di vantaggio su Giorgio Nembrini. Stefano Bosco ed Alessandro Zamparutti comandano rispettivamente D3 e D4 così come Fausto Scovolo nella D5 primeggia con 12 punti su Osvaldo Armanni. La D6 vede impegnati in una bella lotta Philipp Sparer primo con 75 punti ed Alessandro Vaccari staccato di 6 punti. La classifica di Campionato X1 trova Riccardo Terranova al primo posto esattamente come Andrea Stucchi nella X2 ed Enrico Maloberti in X3. Molto più combattuta la X4 con Ettore Rivoltella ed Andrea Purinan separati da un solo punto. Giorgio Volpi è primo nella T80RS mentre per quanto riguarda la battaglia accesissima fra i Moto Club un solo punto separa il leader Grumello Benini Vintage A dal Pantera nel Trofeo ed addirittura nella classifica del Vaso a squadre Careter Testori e Manzano si ritrovano in testa a pari punti con il Grumello Benini Vintage A costretto ad inseguire con un solo punto di distacco.